Retro-Tube #4 – Nobody’s Watching

In questa quarta puntata parliamo di un duo che secondo me non ha avuto quello che si meritava. La coppia in questione è quella formata da Taran Killam e Paul Campbell.

La loro è una carriera di Tubers al contrario. Di solito si comincia dalla rete per poi ambire alla tv. Nel loro caso i due sono partiti dalla tv per finire in rete.

Tutto comincia nel 2005 quando Taran e Paul vengono presi per una nuova serie prodotta dalla Warner Bros e scritta dal talentuoso Bill Lawrence (Scrubs, Spin City).

La serie parla di due giovani appassionati di serie tv (Derrick e Will nella finzione) che mandano una videocassetta alla Warner dicendo che quello che vedono ora in tv “è uno schifo” e che sarebbero in grado di fare molto meglio.

La Warner manda un auto a prenderli e l’avventura ha inizio.

La storia è raccontata con lo stile del Mockumentary. Derrick e Will sarebbero protagonisti di un reality in cui lo scopo è quello di scrivere e realizzare una nuova sitcom di successo.

Bill Lawrence gioca continuamente con la quarta parete (il pubblico) rompendola spesso e volentieri. La “laugh tracks” viene usata solo contestualmente allo studio televisivo e i personaggi reagiscono di conseguenza di fatto rendendo l’audience un personaggio attivo nella sitcom. La serie è caratterizzata da riferimenti continui ad altri show di successo e dalla presenza di guest star del passato (tra i tanti nella serie compare Alan Thicke, il papà di genitori in blue jeans e James Micheal Tyler, Gunther di Friends).

Quale è stato il destino di una sitcom così geniale? Ma che domande. Rifiutata. “Unaired” come dicono gli americani.
La serie fu considerata troppo avanguardistica per il canale. La paura era che il pubblico non fosse in grado di comprendere il meccanismo metalinguistico. La serie rimbalza da un ufficio all’altro del network per poi, nel 2006 finire su youtube (casualmente a quanto dicono i produttori).

Il pubblico del web impazzisce. La serie accumula in poco tempo più di un milione di views, forse non è ancora tutto perduto.

I due ragazzi visto l’insperato successo di pubblico, decidono di battere il ferro finchè è caldo. In poco tempo pubblicano una serie di video spin off della serie. Il primo video riguarda, neanche a dirlo, Friends. Siete stanchi e non ricordate tutta la trama? Poco male, a Derrick e Will, bastano 90 secondi per raccontarla.

Le serie “tirano” e i due lo sanno. Il secondo spoof riguarda un altro show di grande successo in quell’anno. 24.

Il 2006 è però anche l’anno delle prime “esplosioni” virali. Video insensati che riescono a fare milioni di views. Tra questi quello che potremmo definire il “Mentos Experiment”. Qualcuno ha scoperto che mettendo un pacchetto di mentos dentro una bottiglia di Coca Cola si ottengono effetti esplosivi. E se uso della Sprite?

Nobody’s watching è divetato un marchio di fabbrica. I due cominciano a girare anche nei piani alti (tra cui un apparizione fugace in Scrubs) In rete cominciano a girare voci su un possibile “re-air” della serie e lo stesso Bill Lawrence parla di un Tv Special “live” sull’NBC. Will e Darrnen però continuano a lavorare su quello che sanno fare meglio la parodia. Questa volta è il turno di Lost, con una guest star, molto affascinante.

Il tempo passa e le voci si affievoliscono. Non ci sarà nessuno special e Nobody’s Watching sembra inesorabilmente destinato a essere accantonato. Insieme alle speranze svanisce anche l’entusiasmo dei due attori che in poco tempo smetttono di produrre video. In una sorta di testamento i due producono una finto “opening” di una serie mai prodotta, proprio come Nobody’s Watching.

 

Giacomo Cannelli

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *