Netflix – Una videoteca nel vostro salotto [UPDATED]

Sono oramai due settimane che sto utilizzando Netflix, il servizio di video streaming a pagamento che permette di vedere, direttamente sul proprio computer una selezione di centinaia di titoli (PS3 e Xbox sono supportati, ancora non disponibile la versione portatile, almeno in Europa). La scelta è molto varia, si possono trovare serie tv, film, documentari, stand up comedy e molto altro.

Il log in è immediato e volendo si può fare attraverso Facebook. (in questo momento in UK c’è un offerta con il primo mese gratuito).

Al momento della registrazione vi verrà chiesto qualcosa riguardo ai vostri gusti cinematografici. Ad ogni genere potrete rispondere selezionando il vostro grado di interesse. Il sistema di feedback servirà a creare una vostra “playlist” personale di suggerimenti basati sulle vostre preferenze.

La scelta

Netflix dispone di un catalogo molto vasto. Le serie televisive più importanti sono presenti (Dexter, Breaking Bad, The ITCrowd, The Office e molte altre) anche se non sempre è possibile avere accesso a tutte le stagioni. Stesso discorso per i film. Netflix non cerca di prendere il pubblico della prima visione. Seguendo il famoso principio della coda lunga, Netflix si rivolge a quel mercato che il mainstream lascia totalmente scoperto. Con l’apertura dei grandi multiplex e la consequenziale chiusura dei cinema d’essay Netflix può ridare vita ai grandi classici o farvi scoprire perle scomparse nella convulsa distribuzione cinematografica moderna. Tra le categorie più interessanti quella dei documentari (genere difficile da trovare nei media tradizionali) la più fornita tra quelle presenti nel catalogo (e, differenza dei film di finzione, molto più aggiornata).

 

Prezzo

Netflix propone un entry level davvero molto accattivante con 6 pound al mese (5.99) è possibile avere accesso illimitato a tutto il catalogo. Questo vuol dire che possiamo guardare ogni film, anche più di una volta, con il solo limite di non poter usare lo stesso account su due device contemporaneamente. (a quanto pare fino a due è ancora possibile, al terzo andrà in errore.)

Paragonato ai servizi di SKY o Mediaset Premium non sembra esserci partita, rimanendo dell’idea che non avremo modo di guardare il film in prima tv o l’ultima stagione della nostra serie preferita.

Qualità video

Netflix offre un ottima qualità visiva. Testato con una adsl a 7 megabit non ha mai dato segni di cedimento. E’ possibile vedere film in SD e HD (non tutto il catalogo). Nei momenti di lag automaticamente il player “sfoca” l’immagine adattandosi alla banda disponibile. MOlto buono il sistema di FF e REW che permette di muoversi all’interno del filmato in maniera molto semplice grazie a un sistema di thumbnail che ci mostra il fotogramma della scena.


 
Il sistema di suggerimenti

Arriviamo al punto fondamentale che secondo me vale l’intero servizio: il sistema di suggerimenti. Alla fine di ogni “proiezione” Netflix vi chiederà un voto da dare al vostro film. In alcuni casi vi verrà chiesto di specificare quanto spesso guardate un certo genere di film. Le domande (all’inizio più frequenti) diventano man mano meno assidue mentre il sistema crea, all’interno della Home, delle playlist autogenerate dei film che potrebbero soddisfare i vostri gusti.

Malgrado qualche incongruenza (alle volte dei film vengono ripetuti in diverse playlist che non corrispondono al genere) il sistema funziona alla perfezione e rende la ricerca di un film estremamente interessante.

Last but not least, se proprio non ci fidiamo dell’algoritmo creato dai ragazzi di Los Gatos (qui trovate una curiosità riguardo alla sua creazione suggeritami da Fabrizio Cariani), è possibile leggere le migliaia di recensioni degli utenti (le recensioni sono molto ben scritte a dimostrare quanto il pubblico di Netflix sia un pubblico preparato) prima di prendere la propria decisione finale.

Se proprio volete decidere è sempre presente in alto sinistra il classico “Search” per andare direttamente al contenuto desiderato.


 
Conclusioni

Netflix è un servizio rivoluzionario e permette una fruizione cinematografica incredibilmente coinvolgente. L’on demand è la feature principale, ma una delle sensazioni più piacevoli che mi ha dato è stata quella di riscoprire il fascino retrò della videoteca. Con Netflix, anche se in versione digitale, è possibile rivivere quel gusto per la scoperta che Blockbuster e simili portavano con se. Nell’epoca del palinsesto personalizzato è bello perdersi nel catalogo di Netflix e, in un certo senso, lasciare al caso (sapientemente indirizzato dal sistema di preferenze) la scelta del nostro film.

Se amate il cinema (e le serie) e riuscite a stare senza l’ultimo Harry Potter o il blockbuster di turno, allora Netflix è quello che fa per voi.

Quando arriva in Italia? Le notizie sono ancora confuse. Si parlava di fine 2011 ma, come avrete notato, ciò non è avvenuto. I più pessimisti parlano addirittura di 2013. Staremo a vedere.

UPDATE

A quanto pare dopo più di 2 anni finalmente le voci di un arrivo si stanno trasformando in qualcosa di più concreto. Stando al Corriere.it (che ha parlato direttamente con un dirigente di Los Gatos) Netflix potrebbe arrivare nella prima metà del prossimo anno. Queste le parole ufficiali “Non abbiamo ancora fatto annunci in termini di apertura a nuovi mercati. Ma non possiamo escludere l’arrivo già dalla prima metà del prossimo anno”. Staremo a vedere.

UPDATE 21 Maggio 2014

Niente. Lasciate ogni speranza voi che entrate. Netflix con questo Tweet ha annunciato l’imminente “invasione” dell’Europa. Ma dell’Italia, ancora nessuna traccia. Aprono in Lussemburgo, ma niente Italia.

 

Giacomo Cannelli

 

11 thoughts on “Netflix – Una videoteca nel vostro salotto [UPDATED]

    1. Hey ciao! No in questo momento lo utilizzando dall’inghilterra. A quanto pare Netflix non ha un limitazione territoriale per il pagamento (sto usando una carta di credito italiana), ma credo ci sia invece una limitazione territoriale per l’utilzzo (come Spotify). Ci sono programmi che nascondono il tuo IP, ma rallentano molto la banda e rendono quasi impossibile lo streaming (alcuni l’avevano provato per HULU).

    2. Nel caso di Spotify controllano solo che la registrazione avvenga in uno stato supportato (usa, uk, ecc..) poi lo puoi utilizzare ovunque.
      Altrimenti un’utente pagante inglese non avrebbe la possibilità di ascoltare in Italia, che è proprio contro il presupposto dell’applicazione che si propone di farti sentire la tua musica dovunque sei.
      Credo che per Netflix valga lo stesso, quindi se usi un programmino tipo TunnelBear per la fase di registrazione, poi potrai usarlo.

  1. Ciao, una domanda, come fate a vedere netflix sulla TV? Mi spiego meglio, riesco a vedere netflix su pc e su tablet, ma se volessi vederlo sulla tv? Cercando in internet ho visto che esistono vari “apparati” tipo lettory blu ray lg e samsung della serie “smart TV”, mediaplayer etc, che sembra supportino netflix tramite qualche app. Non è però chiaro se tale applicazione è disponibile o comunque si può installare anche sui modelli italiani o se è disponibile solo sui modelli americani di tali prodotti.

    1. Ciao, perdona il ritardo. Credo esistano delle tv box con sistema android, però sul sito ufficiale di una queste ho letto che dicevano espressamente di non prenderlo solo per netflix (il che vuol dire che probabilmente non va proprio bene, ma ripeto, non l’ho provato personalmente). Cmq dovresti usare un TunnelBear ogni volta che inizi a vedere un film.

  2. Nella presentazione dell’ultima trimestrale hanno detto che per ora non hanno in programma nuovi paesi, perché si stanno svenando per i diritti dei nuovi aggiunti e non possono spendere oltre. Staremo a vedere

    1. Io continuo a tenere le dita incrociate. La probabile apertura di Spotify in Italia è una buona notizia. Certo siamo ancora lontani però meglio di niente. Di Amazon invece non si sa ancora nulla? Parlando al Fiction Fest si vociferava di un imminente arrivo di Lovefilm anche da noi.

  3. Si può utilizzare dall’ Italia ed anche con ottimi risultati con media Hint (https://mediahint.com) , plug-in x chrome, anzichè fare da proxy veicolando il traffico su N nodi di troppo che rendono infruibile lo streaming, modifica i dns. Funziona, provato, poi netflix non accetta paypal ma solo carta di credito ma va da dio anche in HD. Però nonostante la qualità eccelsa siamo lontani anni luce dalla varietà di scelta del fu Megavideo: i film più belli si trovano solo con quello che negli States chiamano abbonamento DVD, ovviamente inutilizzabile da noi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *