Retro-Tube #2 – Jeremiah Mcdonald

In questo secondo appuntamento con Retro-Tube mi concentrerò su un altro “Youtuber” di altissimo livello, con il quale, anche se in maniera molto remotata (non è un refuso, e che ero molto lontano…), ho avuto il piacere di lavorare (ho fatto i sottotitoli per questo video): Jeremiah McDonald aka The Church of Blow aka Weeping Prophet (il ragazzo ha molte personalità come potrete vedere).

Tutto comincia nella sua casa. Jeremiah come molti all’epoca (incluso il sottoscritto) è affascinato dall’idea di condividere contenuti video e ricevere immediati feedback al riguardo. Il suo canale Church of Blow è una sorta di Vlog, ma con venature dark, altamente surreali. Padre spirituale della Chiesa è lui: il reverendo Cornelius Blow

Se Volete potete attivare i sottotitoli con l’opzione CC in BASSO nell lettore. Quindi selezionare TRANSCRIBE CAPTURE e poi TRANSLATE CAPTIONS. Non è proprio perfetto, ma traduce il senso in maniera abbastanza corretta.

Il ragazzo ci sa fare e continua a produrre video con un buon ritmo. In questo video il numero 29 comincia ad affiorare la sua fascinazione per il doppio che esploderà in maniera più evidente qualche tempo più tardi.

Siamo nel settembre 2007 e Jeremiah comincia a chiedersi qual’è il modo per aumentare le proprie views. Su Youtube imperversano video di gattini, skaters e altre inutili amenità. In questo sketch (condito da una citazione di Kubrick) Jeremiah comunica la frustrazione di tutti quelli che cercano di creare contenuti più evoluti in una piattaforma ancora non abbastanza matura per fruirne.

Nel frattempo esplode il fenomeno dei Vlogger (in USA) e la rete viene invasa da persone comuni intente a litigare fra di loro a suon di video. Jeremiah coglie la palla al balzo e trova finalmente l’argomento perfetto per la sua nuova hit. Perchè spremersi troppo a cercare argomenti altolocati? Il tema era li davanti ai suoi occhi: Youtube. Youtube is my life, nella forma del musical riassume in 5 minuti l’essenza del più grande sito di video sharing al mondo.

Oramai Jeremiah è ufficialmente una star di Youtube, il suo video finisce in Homepage e raccoglie oltre un milione di views (ad oggi ne ha quasi 2 milioni). I subscribers si moltiplicano e si moltiplicano anche i suoi canali. Dopo “The church of blow” apre i battenti “Weeping prophet” dove poter sperimentare con un altro tipo di produzioni profondamente diverse dal vlog di partenza. In questo video Jeremiah mostra tutte le sue doti di mimo.(qui trovate il sequel di Jazz dispute dove si nota l’evoluzione tecnica di Jeremiah)

L’ispirazione però rimane ancora un problema primario. In un mondo sovrappopolato di idee come Youtube è facile incappare in qualcosa che si voleva fare e che qualcun’altro ha già prodotto. Ma come è potuto succedere? Jeremiah ha una teoria tutta sua al riguardo: qualcuno è in grado di succhiare le idee direttamente dal suo cervello.

Il doppio continua ad affascinare Jeremiah (ma forse era li da sempre come dimostra questo video da lui girato a 11 anni o poco più) che nel frattempo comincia a collaborare con la compagnia francese Comedie di Caen con la quale realizza alcuni video (qui il canale ufficiale) e uno spettacolo come protagonista (La morte de Adame). In questo video possiamo vedere l’evoluzione tecnica di Jeremiah, impeccabile non solo nell’interpretazione ma anche nella messa in scena.

La collaborazione con la comedie di Caen diventa sempre più intensa. Con il regista Jean Lambert-wild realizza una serie di video muti dal grande impatto visivo. Forse Jermiah ha trovato il suo socio creativo.

L’utilizzo del green screen diventa sempre più raffinato e Jeremiah, come nel film di Woody Allen La rosa purpurea del Cairo, riesce a coronare il suo sogno: recitare con due grandi autori del muto quali George Melies e Buster Keaton.

Ma Jeremiah non vuole abbandonare i suoi fan. Dopo una una chiacchierata con il se stesso del passato, decide che è arrivato il momento di mettere un po’ di ordine nella sua carriera. E’ ora di creare una Jeremiah’s Story. Detto fatto. Buona visione.

 

Giacomo Cannelli

 

2 thoughts on “Retro-Tube #2 – Jeremiah Mcdonald

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *